LA NOSTRA STORIA

LA NOSTRA STORIA 2017-03-23T15:19:24+00:00

Nel 1978, grazie alla passione di un gruppo di amici, al loro amore per questo meraviglioso sport, animati dalla voglia di creare qualcosa di veramente importante: nasceva la S.S. OTTAVIA (oggi S.S.D. OTTAVIA). Inizia così quella che sarebbe diventata una meravigliosa favola. Ci affacciammo timidamente nel mondo del calcio dapprima con una squadra di Giovanissimi provinciali iscrivendoci ai campionati della C.S.I.

I primi passi Di anno in anno, vedendo che i ragazzi vogliosi di questo sport aumentavano, vennero formate altre compagini andando a giocare le gare di campionato casalinghe nel campo preso in affitto nell’impianto ” Gentili”. Un bel giorno ci accorgemmo che esisteva nella nostra borgata un campo di calcio ma purtroppo era abbandonato perché creato in un’area abusiva e costata denunce ed anche il carcere ai promotori di questa meravigliosa idea. Pensando ai ragazzi della borgata che non avevano alcun sfogo sportivo cominciammo a ripulirlo dell’erba ormai padrona del terreno e a ripristinare il fondo di pozzolana. Gli spogliatoi vennero allestiti all’interno di un carrozzone di lamiera.

Iscrizione FIGC Terminati i lavori degli spogliatoi (2), si formarono altre compagini, dagli Allievi, agli Under 18 e poi iniziò l ‘avventura della Scuola calcio. Non essendo provvisti di un ufficio, le iscrizioni avvenivano su di un secchione della raccolta rifiuti. Nel frattempo, era avvenuta l’iscrizione della società alla F.l.G.C. Non mancò di certo la Prima squadra che venne iscritta al campionato di Terza Categoria. Quanti anonimi campionati, quante sconfitte, quante delusioni, quante amarezze; ma come sempre nella vita le difficoltà forgiano i caratteri. Tutte le componenti della nuova Società ( Dirigenti, Tecnici e Calciatori ) moltiplicano gli sforzi animati da una irrefrenabile voglia di affermazione. Tra sacrifici e sudore arriviamo al campionato 1988/1989: la squadra che aveva timidamente mosso i primi passi era cresciuta e diventata una splendida realtà, forte dell’ormai decennale esperienza, temprata dalle molteplici vicissitudini. Le sconfitte si trasformarono in memorabili vittorie, grandi soddisfazioni presero il posto delle vecchie delusioni ed è cosi che questo grande grnppo fece del suo percorso sportivo una inarrestabile cavalcata, scalando la vetta della classifica e rimanendovi saldamente fino alla fine della stagione sportiva, ottenendo quella tanto agognata vittoria e la conseguente promozione in Seconda Categoria.

Promozione in Prima Categoria Questo primo successo viene considerato come una tappa intermedia, dalla quale ripartire per nuovi e più ambiziosi traguardi. Si pianificarono i programmi, tornando a lavorare con sempre maggiore impegno consapevoli delle ulteriori difficoltà da affrontare. Per acquisire le giuste esperienze sono necessari sei lunghi anni, durante i quali tassello per tassello ·viene completato il mosaico mettendo a punto un organico completo sotto tutti i punti di vista. E’ giunto il momento di provarci. Siamo nel campionato 1995/1996, pronti a lanciare la sfida e a giocarci le nostre carte rispettando tutti gli avversari ma senza temere nessuno. Il cammino verso la meta è disseminato di difficoltà ma quello sembra proprio essere l’anno buono; di vittoria in vittoria cresce la consapevolezza della nostra forza, il morale sale alle stelle e sulle ali di tanto entusiasmo centriamo l’obbiettivo prefissatoci, la vittoria del campionato e la promozione in Prima Categoria. Felici per ciò che abbiamo ottenuto ma non paghi, sentiamo dentro di noi la voglia di lanciare una ulteriore sfida e per questo ci rimbocchiamo le maniche. L’impresa si rivela più ardua del previsto, il livello delle squadre che militano in questo campionato è senza dubbio di un ottimo spessore. Disputiamo così sette campionati di Prima Categoria con alterne fortune, cercando di fare tesoro di ogni esperienza, traendo insegna.menti da ogni accadimento. Nel Campionato 2003/2004, ai nastri di partenza ci sono molte compagini alle quali viene attribuito il ruolo di favorite, noi non siamo fra queste, ma nel corso del campionato il nostro ruolo ce lo ritagliamo da soli. Le candidate alla vittoria finale cadono una ad una, alle luci della ribalta si affaccia l’Ottavia che con la  giusta umiltà ma con altrettanta autorevolezza si insedia nei quartieri alti della classifica. E’ necessaria l’ultima partita per assegnare il titolo e al novantesimo minuto l’Ottavia è vince con merito il campionato di Prima Categoria e brinda alla Promozione.

Continuate a seguirci con la simpatia che ci avete dimostrato fino ad oggi, chissà che in un prossimo futuro tutti insieme non possiamo raggiungere un altro sogno!

Forza Ottavia!